Focaccine con farina di ceci

Rapide da fare e gustose, buone da affiancare ad un piatto di verdure miste tipo ratatuille, oppure a del formaggio fresco tipo ricotta o crescenza.

 

  • 100 g farina integrale di ceci
  • 250 farina tipo 1 o 2
  • 50 g olio evo (più 1 o 2 cucchiai da spennellare sulle focaccine)
  • 150 g circa di acqua
  • 1/2 bustina di lievito per torte salate (oppure backing powder)
  • sale, pepe o peperoncino
  • rosmarino o salvia tritati finemente

Mescolare le farine con sale e lievito, pepe o peperoncino in polvere, unire 100 g di acqua e l’olio e iniziare ad impastare aggiungendo la quantità di acqua necessaria per ottenere una pasta tipo frolla. Se c’è tempo, lasciar riposare 30-40 minuti, operazione non strettamente necessaria, poi tirare una sfoglia alta circa un centimetro. Tagliare dei tondi diametro circa 5 cm, sistemarli sulla griglia del forno coperta con carta forno. Mescolare 1 o 2 cucchiai di olio con poca acqua, sbattere bene, spennellare le focaccine, cospargere con poco sale (volendo, sale grosso pestato) e con rosmarino o salvia.

Cuocere in forno a 220° per 10-12 minuti o finchè risultano ben dorati.

Tatin salata alle pere

Insolito antipasto caldo.

  • 4-5 pere Abate
  • 1 disco di pasta sfoglia
  • 50 g di parmigiano grattugiato
  • 2 cucchiai di zucchero di canna
  • burro
  • sale
  • pepe nero

Sbucciare le pere e tagliarle in quattro parti. Imburrare una teglia a bordi bassi, cospargere con lo zucchero, sistemare le pere a raggera, cospargerle con un pizzico di sale e fiocchetti di burro. Cuocere in forno a 190° per circa 10 minuti. Togliere la teglia dal forno, fare intiepidire, cospargere con il parmigiano e una macinata di pepe, coprire con la pasta sfoglia rincalzando bene i bordi, rimettere in forno a 190-200° (anche ventilato) e cuocere 15-20 minuti. Appena sfornata, capovolgerla su un grande piatto con le mani ben protette con guanti da forno. Per arricchirla, si possono distribuire sulle pere anche alcuni pezzi di noce.

Scones salati

Buoni anche da soli, si possono tagliare a metà, spalmare con burro o formaggio morbido e accompagnarli con affettati. Se non si aggiunge il parmigiano grattugiato vanno bene serviti con panna acida e salmone affumicato o marinato.

  • 75 g di farina autolievitante
  • 75 g di farina integrale o tipo 1
  • 150 g di patate
  • 2 cucchiaini di baking powder o lievito per torte salate
  • 50 g di burro (volendo burro leggero come Butterfly Meggle)
  • 1 cucchiaino raso di sale
  • 2 cucchiai di parmigiano grattugiato

Cuocere le patate, sbucciate e tagliate a pezzetti, a vapore, poi schiacciarle con una forchetta o con lo schiacciapatate. Lasciar raffreddare.

Mescolare farina, lievito e sale, unire il burro morbido a pezzettini e impastare con la punta delle dita per ottenere un composto sbriciolato. Unire le patate schiacciate e il parmigiano, lavorare bene l’impasto. Stendere la pasta ad una altezza di circa 2 cm e tagliare cerchi, impastando poi gli scarti per poterli ritagliare (oppure tagliarli a quadrotti con una spatola). Sistemarli su una teglia coperta con cartaforno e cuocere per 20 minuti in forno a 180°. Sono buoni sia tiepidi che freddi.

“Hummus” di melanzane

Dip saporito in cui intingere verdure o da spalmare sul pane.

  • 2 melanzane medie (ottime quelle con la buccia striata)
  • 1 cucchiaio di capperi sotto sale
  • 1 manciata di mandorle
  • 1 cucchiaio di tahina
  • sale (poco) peperoncino in polvere
  • 2 cucchiai di olio evo
  • qualche foglia di menta
  • 1 spicchio di aglio

Lavare e tagliare a metà le melanzane, incidere la polpa a scacchiera e cuocere in forno a 200° fino a quando diventano morbide. Lasciarle intiepidire e togliere la buccia (se rilasciano troppo liquido, metterle a scolare in uno scolapasta per 15 min).

Sciacquare i capperi (non è necessario lasciarli a bagno), tritarli fini insieme alle mandorle, unire la polpa di melanzane, la tahina, poco sale, peperoncino, l’olio e frullare bene. Versare in una ciotola, unire le foglie di menta spezzettate e l’aglio inciso a croce (da togliere al momento di servire).

Blinis senza uova

Sono buoni accompagnati da panna acida o da yogurt greco e salmone affumicato.

  • 125 g farina
  • mezzo cucchiaino di sale
  • 1 cucchiaino cremor tartaro
  • 230 ml latte (circa, dipende da quanto ne assorbe la farina)
  • 1 cucchiaio di burro sciolto

Mescolare farina, sale e cremor tartaro, unire il latte poco alla volta regolando la quantità  (l’impasto deve risultare più denso di quello delle crepes) ed infine il burro sciolto. Lasciar riposare 25-30 minuti. Scaldare la piastra antiaderente, versare con un mestolo piccolo formando piccoli cerchi. Con questa dose ne verranno circa 10. Se si preparano in anticipo, si possono riscaldare nel microonde.

Hummus di ceci

Gradevole e nutriente salsina mediorientale che noi mangiamo accompagnata da bastoncini di cetrioli caroselli, carote, pannocchiette di mais in agrodolce, pane guttiau (pane carasau spennellato con olio e sale (peperoncino se piace) e passato in forno per renderlo croccante, o in mancanza di tempo, comperato al super).

  • 1 scatola di ceci da 400 g (o, se avete tempo, cuoceteli in casa!)
  • 1 cucchiaio ben colmo di tahina (io la trovo al Naturasi)
  • 1-2 cucchiai di succo di limone
  • pizzico di sale
  • pizzico di aglio in polvere (oppure, se piace e ben tollerato, mezzo o 1 spicchio di aglio)
  • peperoncino in polvere a piacere
  • 2 cucchiai di olio evo
  • acqua qb

Con molta pazienza togliere la pellicina ai ceci dopo averli  sciacquati bene (è un lavoro noioso, ma li rende più “tollerabili”), metterli nel mixer o nel frullatore, unire gli altri ingredienti e qualche cucchiaio di acqua, iniziare a frullare aggiungendo eventualmente altra acqua se fosse troppo densa (deve risultare come una maionese più compatta). Se serve, aggiustare i sapori unendo sale e peperoncino. Conservare in frigo.

Rotolini di salmone affumicato

Sempre per la serie aperitivo ricco (adatto per il pranzo di Natale ad esempio).

  • 200 g salmone affumicato (preferibilmente fette lunghe)
  • 200 g circa di fiorone di capra o caprino
  • 2 cucchiai di olio
  • pepe
  • 8 datteri (o qualcuno in più, dipende dalle dimensioni) snocciolati

Su un foglio di cartaforno disporre le fette di salmone sovrapponendole leggermente per formare un rettangolo di circa 22×12 cm. Spalmare la superficie con il fiorone di capra o il caprino conditi con l’olio e una macinata di pepe. Allineare lungo il bordo più lungo i datteri e arrotolare il salmone aiutandosi con la carta. Avvolgere il cilindro ottenuto in pellicola per alimenti e lasciarlo in frigo almeno due ore. Tagliare il rotolo a rondelle e decorarle con erba cipollina tagliuzzata e un po’ di pepe.